Venerdì, 06 Settembre 2019 06:33

AVVISO per Docenti e personale ATA

Scritto da

Indicazioni operative per la presentazione delle istanze di Messa A Disposizione (MAD) per docenti e personale ATA

Domenica, 23 Giugno 2019 21:27

Corsi ed Esami di recupero estivi

Scritto da

Calendario esami di recupero (dal 26 Agosto 2019)

Prove scritte LICEO      Prove Scritte AFM, Turismo e Agrario

Gli alunni potranno ritirare il calendario delle prove orali a partire da Lunedì 15/07 presso il bancone di ingresso della scuola.

Gli impegni dei docenti sono disponibili in AREA RISERVATA

logo cdsa    Estratto dall' articolo del 16/06/2019

Esperienza in Vaticano.

Sarzana - Val di Magra - Dieci alunni del liceo classico e scientifico “Parentucelli – Arzelà” di Sarzana si sono recati nei giorni scorsi a Roma, in Vaticano, per visitare la Biblioteca Vaticana e la “cappella niccolina” dei Musei vaticani, due luoghi legati alla figura del Papa sarzanese Niccolò V, lo stesso al cui nome, Tommaso Parentucelli, è intitolata la loro scuola. Il viaggio ha segnato la conclusione del primo ciclo di un progetto di alternanza scuola – lavoro organizzato dal Centro di formazione e cultura “Niccolò V” e incentrato proprio sulla figura del Papa. Questa fase del progetto ha visto coinvolti dieci tra ragazzi e ragazze, sei della classe terza B del Classico, due della terza A dello Scientifico, e uno ciascuno della terza B e della quarta B, sempre dello Scientifico. Li hanno accompagnati in Vaticano la preside Vilma Petricone, i docenti Roberto Carli e Anita Cipolli, le tutor del progetto Laura De Luisa e Orsola Maria Borrini, mentre monsignor Piero Barbieri rappresentava il Centro “Niccolò V”. Ad accoglierli è stato lo studioso della Biblioteca Antonio Manfredi, ben noto a Sarzana e in diocesi per il suo lungo impegno di ricerca sulla figura e sulle opere del Pontefice quattrocentesco. Tappe della visita sono state, come detto, la “cappella niccolina”, in quello che fu l’appartamento privato del Papa, le stanze di Raffaello, la cappella sistina, la basilica di San Pietro ed infine la Biblioteca, con visita al salone Sistino ed alla mostra “Biblioteche in Biblioteca. Mostra di manoscritti vaticani”. I ragazzi hanno potuto consultare direttamente, con commento e spiegazione, una parte del materiale manoscritto appartenuto a Tommaso Parentucelli e al fondo originario della Biblioteca Vaticana. Nel nuovo anno scolastico il progetto riprenderà con un secondo ciclo.


Cari ragazzi

oggi con voi chiudo la mia vita lavorativa con un po’ di commozione e tanta nostalgia. Tanti anni passati in fretta, tante straordinarie esperienze che mi hanno portato a considerare il lavoro - prima di docente e poi di dirigente - come uno tra i più belli e a vivere con entusiasmo il mio rapporto con voi studenti, a mettervi sempre al centro delle mie scelte perché voi siete l’anima e il motore della scuola. Senza di voi la scuola non ci sarebbe. Ed è in questa prospettiva che ho cercato di operare per fare di voi tante “teste pensanti” attraverso attività, progetti, occasioni di studio e di realizzazione personale e collettiva. Ho sempre amato la scuola, questa scuola e la nostra città. Fin dagli anni ’90 dirigendo le scuole elementari e poi dal ben lontano 2002 alle scuole superiori, ho cercato di sviluppare la scuola attraverso nuovi corsi di studio (turistico – agrario) poi passata al liceo ho intercettato le esigenze di chi voleva dedicarsi a uno sport con il liceo curvatura sportiva e ancora con le curvature teatrale – musicale, linguistico, la classe 3.0, il potenziamento fisico – matematico. Ho cercato sempre, per quello che mi è stato possibile, di ascoltarvi, di capirvi, di essere la Vs. voce e rappresentare le Vs. esigenze con la consapevolezza che la scuola è fatta da voi ed è per voi. Ho cercato di stimolare, insieme a tanti docenti, preparati e sensibili, la vostra curiosità, la vostra creatività, il vostro talento trasformando la scuola in una casa accogliente che vi permettesse di stare bene utilizzandola al meglio. Ho cercato di aprire la scuola alla città, al territorio per permettervi di avere una formazione centrata sulla concretezza delle scelte di vita, sul confronto costruttivo, sull’approccio critico alla realtà. Anche il viaggio, l’incontro, la comunicazione, l’internazionalizzazione sono stati motivi ricorrenti del mio lavoro per voi; scambi, gemellaggi, soggiorni linguistici, alternanza scuola lavoro all’estero, Erasmus hanno caratterizzato il mio percorso nel forte desiderio di offrirvi opportunità, responsabilità, visione del mondo ampia e solidale.

Chiunque prenderà il mio posto non potrà che riconoscere la vostra forza, il vostro impegno e il valore delle iniziative intraprese (penso ai dibattiti, al volontariato, alla notte del classico, al talent, ai murales, al giorno delle memoria, LIBERA e anche alla partita finale momento di forte coesione ed identità).

ORA però vi voglio solo ringraziare tutti perché avete fatto parte della mia vita e sebbene da settembre mi dedicherò con più tempo ai miei interessi e alla mia famiglia, non posso negare che mi mancherete; mi mancherà dirvi “Buongiorno” ogni mattina, farvi la ramanzina quando vi incontro ai distributori o arrivate in ritardo, mi mancherà ascoltare le vostre piccole o grandi storie e anche i vostri dolori.

Vi chiedo scusa se non sono riuscita a fare tutto quello che avevo in mente di fare per voi e per la nostra scuola, ma il tempo corre veloce anche se ancora molte sono le idee che popolano i miei sonni notturni.

Vi lascio ma continuerete a far parte del mio vissuto, della mia storia, della mia vita. Racconterò di voi ai miei nipoti; vi voglio bene perché siete la nostra speranza, il nostro futuro e vi porterò sempre nel cuore. Ora andiamo insieme alla partita e mi raccomando… quando mi incontrerete salutatemi e, se vi va , abbracciatemi pure: io vi abbraccio tutti e vi voglio ritrovare adulti forti, onesti e consapevoli così come ho cercato di farvi diventare in questi anni intensi e meravigliosi.

GRAZIE a tutti                                  

Firma per Sito

Azienda agricola “Futura” ufficializza l’impegno dei ragazzi dell’Agrario e la loro voglia di crescere ancora, in promozione dell’Istituto sarzanese e in memoria di Ezio Ricci, donatore del grosso terreno ora dedicato di circa 3000 metri quadrati.

1

 

logo gds3        logo cdsa

Si conferma ancora una volta la vocazione agli scambi internazionali dell’Istituto Parentucelli-Arzelà di Sarzana, che 29 e 30 maggio ha ospitato dieci studenti e due insegnanti della scuola secondaria Cagdas Oncu Ocullari di Bursa (Turchia) in un progetto coordinato dalle docenti Martina Feola e Lucia Mazzoni.

Dopo una cena di benvenuto organizzata nell’istituto alla presenza della dirigente scolastica Vilma Petricone, i ragazzi di Bursa hanno trascorso la mattinata successiva visitando l’istituto e la città di Sarzana. La visita è stata non solo un’occasione di incontro molto proficua tra culture diverse, ma anche la possibilità di stimolare gli ospiti grazie alle molteplici offerte didattiche del Parentucelli-Arzelà. Le ragazze della II B classico ad indirizzo teatrale, infatti, hanno interpretato uno spettacolo ispirato a poesie d’amore, la cui forza emotiva ha superato le barriere linguistiche. Una visita alla 1 A scientifico 3.0 ha mostrato il modo in cui l’istituto declina le migliori innovazioni in campo tecnologico. Gli allievi della 3 M turistico si sono allenati per il loro futuro mestiere, mostrando ai compagni turchi le bellezze della città di Sarzana.

In conclusione l’incontro con il sindaco Cristina Ponzanelli nel Palazzo del Comune e la promessa da parte di tutti i protagonisti di questa positiva esperienza di ripeterla e approfondirla, magari incoraggiando il viaggio di qualche alunno sarzanese nell’affascinante paese ponte tra l’Asia e l’Europa.

 IMG 20190530 115901 photo gallery

Si è concluso il 23/05/2019 a Sanremo, con un incontro tra gli allievi partecipanti, il Progetto scolastico avviato nel corrente anno scolastico tra l’ISA 10 Lerici, il Parentucelli Arzelà Sarzana indirizzo turistico (classi prime) e gli allievi di pari età della cittadina francese di Mougins gemellata con il nostro comune.
Arrivederci a settembre con nuove iniziative!!!

Il progetto è stato attivato dal comitato gemellaggio Lerici-Mougins

 

logo gds3

Si rende noto che nel corso dell’attività di Alternanza Scuola Lavoro un’alunna del nostro Istituto, Margherita Paganini della classe 3° E Scientifico, è risultata vincitrice del MINI-CONTEST- LA SCUOLA FA NOTIZIA con l'articolo: “IL DIRITTO DI CONTARE: il film sulle donne che hanno mandato l’uomo sulla luna” (mini-contest" Il cinema raccontato da noi. Racconta il tuo film preferito, vecchio o nuovo che sia").

L’alunna ha conseguito un Buono Feltrinelli come premio per il suo ottimo lavoro.

 

Pagina 1 di 5